Andora piange Noris Faustelli il "baby partigiano"

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Andora. «La guerra è una bruttissima cosa. Non dovrebbe esistere perché non risolve niente. Sono la preparazione per un’altra guerra». A 89 anni è morto Noris Faustelli, partigiano a soli 16 anni. Viveva ad Andora ed era una delle memorie storiche della Resistenza nel Ponente Ligure. Pur ragazzino aveva conosciuto figure importanti di quel periodo: Felice Cascione “U Megu”, Silvio Bonfante “Cion”, Roberto Di Ferro “Baletta”. «Le loro imprese erano memorabili. Le facevano con una grandissima semplicità». Anche il padre di Noris, antifascista, ha combattuto contro i tedeschi. Tante le storie raccontate dall’allora «baby partigiano» per non dimenticare i difficili giorni della Resistenza ad Andora, Albenga e più in generale nel resto della Val Merula. Noris Faustelli era nato il 21 maggio del 1929 e ha sempre vissuto nella cittadina del ponente savonese. Sposato con Teresa Porturini, la coppia andorese non aveva figli ed aveva gestito per tanti anni il vivaio Faustelli in via San Lazzaro. Azienda che Faustelli aveva lasciato per via dell’età. Chi lo conosceva lo descrive come «un uomo di grande equilibrio e umanità. Parlava della Resistenza con convinto antifascismo, ma con una lucida analisi del male principale che tutto causò: la guerra. Noris Faustelli è sempre stato orgoglioso dell'aiuto dato alla Resistenza. Non era l’unico. Con i partigiani c’era gente comune, contadini, staffette che davano loro cibo e sostegno». Lo conferma in una lunga intervista, diventata un documento storico, lo stesso Partigiano-ragazzino. Così spiegava: «In quei momenti difficili non mancava pasta, olio (ne avevamo a sufficienza) e conserve». Di grandi doti umane Noris raccontava con moltissimi dettagli le imprese dei partigiani che hanno combattuto in Riviera, ma anche degli eccidi compiuti dai soldati tedeschi come ad esempio a Testico, così come delle rappresaglie degli alleati che si erano succedute durante la Seconda Guerra Mondiale anche nell’Andorese.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci