Allarme polpette avvelenate ad Andora. Preoccupazione anche alla foce del Centa ad Albenga

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Andora. Allarme polpette avvelenate ad Andora. Bocconi killer sarebbero stati abbandonati lungo il Merula, nelle aiuole di via Risorgimento A lanciarlo è stata la proprietaria di un cane e ben presto il messaggio, diffuso via social, è arrivato a moltissimi padroni che portano i loro animali a spasso in giro per la città e soprattutto in quella zona. Una situazione segnalata anche alle forze dell’ordine e ai volontari del nucleo cinofila di Accademia Kronos che hanno effettuato un sopralluogo in via Risorgimento. La raccomandazione, nel frattempo, è quella che «se i padroni dovessero trovare bocconi sospetti di portarli alle autorità o dal proprio veterinario per farli analizzare». Gli stessi specialisti consigliano ai proprietari dei cani di prestare la massima attenzione. «L’avvelenamento da topicida è molto subdolo, provoca emorragie interne ma anche tremore, bava alla bocca, perdita di controllo neurologico. Quando i sintomi sono evidenti l’avvelenamento ha già fatto il suo corso, normalmente un intervento tempestivo e trasfusioni possono far superare il problema», spiegano da Accademia Kronos. Sono preoccupati anche i padroni che lasciano scorrazzare i loro cani anche alla foce del Centa ad Albenga. Un cagnolino è rimasto ferito ad una zampa da cocci di vetro mentre passeggiava sul litorale.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci