Albergatori indipendenti di Finale Ligure all'attacco della card per i turisti

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Finale Ligure. "50 Aziende ricettive, 1000 camere, 400 dipendenti, hanno scritto al Sindaco, All’Assessore al turismo e all'Assessore ai lavori Pubblici, ribadendo tutto il malessere e disaccordo sulle iniziative intraprese e sulla collegialità delle decisioni". Giovanni Argento, portavoce degli Albergatori indipendenti di Finale Ligure, esce allo scoperto ed ha deciso di rendere noti i motivi di insoddisfazione della categoria che rappresenta: "Mi preme segnalare che i proventi dell'Imposta di Soggiorno sono iniziati il 1° luglio e oggi è il 27 luglio e quindi tanti turisti non hanno potuto godere degli strepitosi servizi della Card Turistica molti dei quali destinati ad Aziende Private. Inoltre, è stato segnalato sul sito turismo del Comune solo in data 13 luglio che tutti gli operatori interessati potevano iscriversi, magari ci si poteva pensare un po’ prima, non a Card stampata. Dubito che i clienti delle strutture ricettive di Varigotti e di Finalpia possano godere del servizio parcheggio a Finalborgo e specialmente nel fine settimana quando per attraversare la città risulta essere molto complicato come tempistica. Il bus navetta andrà a regime tra un mese quando praticamente non sarà più disponibile. Per il resto la clientela si reca volentieri a Finalborgo di sera e le corse sono di giorno, mentre si recherebbe volentieri a Varigotti e ci sono solo 3 corse… E nessun collegamento per l'altopiano di Le Manie dove ci risulta ci sia una pressante richiesta". E così conclude Argento: "Poi ci dicono che hanno fatto 24 parcheggi bus per i turisti low cost; si vede che all’Amministrazione non interessa il parere di tutti questi operatori".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci