Albenga va al ballottaggio, nella notte si saprà il nome del nuovo sindaco

Pista Kart Indoor Albenga

Albenga. Gerolamo Calleri, 58 anni a luglio, sposato con Paola, papà di Francesca e Chiara. E’ titolare dell’impresa agricola “C. & G. Floricoltura”. Già presidente FlorAS, Coldiretti provincia Sv e Coldiretti Liguria. Militante Lega. Riccardo Tomatis 56 anni, maestro di sci, da sempre appassionato di sport, laureato in medicina e chirurgia, ora medico di famiglia, un figlio di 17 anni. Sono i due sfidanti al ballottaggio che deciderà chi dovrà governare la città di Albenga per i prossimi cinque anni subentrando a Giorgio Cangiano che ha rinunciato al secondo mandato. Elezioni amministrative. Calleri, sostenuto dalle 3 liste «Lega», «Albenga Vince» (Forza Italia / Fratelli d’Italia) e «Calleri Sindaco», al primo turno ha ottenuto 5.772 voti (44%); Tomatis ha ottenuto 5.219 (40%), sostenuto dalle 3 liste «Insieme per il futuro», «Con Albenga» e «Progetto comune». Non ci sono stati apparentamenti formali con le liste degli altri due candidati sindaco rimasti fuori dal ballottaggio, ma Diego Distilo con le civiche «Aria nuova per Albenga» e «Solo per Albenga» (1.329 voti al primo turno pari al 10,15%) ha dichiarato pubblicamente di appoggiare il candidato Tomatis. Voto libero per i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle che avevano candidato Fausto Icardo (780 voti ovvero 5,95%). I 22 seggi saranno aperti fino alle ore 23. Quindi inizierà lo spoglio delle schede e in nottata si saprà chi sarà il nuovo sindaco di Albenga.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi