Albenga: tre giorni di grande spettacolo per la tredicesima edizione di «Su la testa»

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Albenga. Tre giorni di grande spettacolo per la tredicesima edizione di «Su la testa», il festival, organizzato dall’Associazione Culturale Zoo che si svolgerà all’Ambra di Albenga il 29, 30 novembre e 1 dicembre.

Importanti anche i nomi per una rassegna che si preannuncia spettacolare: da Mirkoeilcane che conclude un 2018 pieno di soddisfazioni a cominciare dal Festival di Sanremo a Eugenio Finardi che concluderà il festival con i suoi grandi successi. Arriveranno anche Bobo Rondelli, strepitoso chansonnier toscano, che si esibirà in un interessante duo con il pianista americano Radoslav Lorkovic; Peppe Voltarelli, poliedrico cantautore di origine calabrese. Arriverà ad Albenga anche Malcolm Holcombe, outsider di tutto rispetto della canzone di Nashville, quindi Matthew Lee, pianista dal talento straripante che sta girando tutto il mondo con le sue indiavolate performance, il cantante ed enologo toscano Giulio Wilson con il poliedrico uso delle parole insito nelle sue originali canzoni e Lisbona, cantante fresco vincitore del Premio Bindi. La parte femminile del festival sarà ben rappresentata dai Viaggiatori, capitanata dalla voce caldissima di Roberta di Lorenzo e composta da Chiara Di Benedetto al violoncello, Fabrizio Barale alla chitarra e percussioni e da una pietra miliare della canzone d’autore come Guido Guglielminetti, da anni parte stabile della tour band di De Gregori; Erica Mou, giovane ma già affermata cantante originaria di Trani e Sabrina Napoleone, cantautrice alternativa, che ha riscosso un interessante successo con l’album Modir Min. La musica del ponente ligure sarà rappresentata da Ginez e il bulbo della Ventola, Sergio Pennavaria che ha appena realizzato il disco «Ho più di un amo sullo stomaco».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci