Albenga dà l'ultimo saluto a Simone Canetto

I suoi amici: «Ciao Simone. Guerriero 98 Capitano per sempre».

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Albenga. Oggi parenti e amici si stringono intorno ai genitori di Simone, che da anni gestiscono l’hotel Villa Rosa ad Albenga, intorno al fratello Matteo e alla fidanzata Martina che aveva trascorso la notte con il fidanzato per poi vederlo uscire di casa per recarsi ad Alassio dove aveva iniziato a lavorare come cuoco.

Nessuna parola, di fronte ad un dramma simile, è abbastanza. Solo un striscione con la frase «Ciao Simone. Guerriero 98 Capitano per sempre».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci