Albenga: corpo senza vita ritrovato alla foce del Centa. Indagini dei Carabinieri in corso

Cause del decesso ancora al vaglio degli inquirenti.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Aggiornamento: secondo i primi accertamenti, il corpo dell'uomo sarebbe rimasto in acqua per più di 12 ore. Le ipotesi più accreditate al momento sono l'ubriachezza oppure l'overdose, cause che avrebbero portato ad una caduta in acqua dell'uomo privo di conoscenza ed il susseguente annegamento.

Albenga. Verso le ore 15.30 di oggi, è stato ritrovato il corpo esanime di un uomo, in un canneto vicino la foce del fiume Centa, nei pressi del ponte della ferrovia.

Secondo una prima ricostruzione, si potrebbe trattare del corpo di un extracomunitario, un 35enne che (per cause ancora da chiarire) sarebbe annegato durante un bagno in mare, per poi essere sospinto dalla corrente fino alla foce, ma tra le ipotesi più accreditate pare esserci quella dell'overdose.

Sul posto sono intervenuti un’ambulanza della Croce Bianca di Albenga e l’automedica del 118, assieme ai Vigili del Fuoco di Albenga, ai Carabinieri ed al medico legale che dovrà effettuare i rilievi preliminari per accertare le reali cause del decesso.

Articolo in aggiornamento

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci