Albenga: controlli a tappeto nelle ultime 48 ore. 1 arresto, denunce e perquisizioni

Blitz all'ex cantiere di Via Carloforte. Impiegati militari della compagnia ingauna, con il supporto dell’elicottero del 15° N.E.C., dei Vigili del Fuoco di Albenga, e del personale della Polizia Locale.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Nelle ultime 48 ore due articolati dispositivi di Carabinieri della Compagnia di Albenga con il supporto e la sorveglianza aerea disimpegnata dall’elicottero dell’Arma, hanno messo in atto nella serata di ieri una serie di controlli e posti di blocco nell’entroterra finalese, in arterie ritenute strategiche per il contrasto dei furti in abitazione, ispezionando decine di veicoli in transito. Nella rete dei controlli è finito un loanese di 49 anni, pregiudicato, sul quale pendeva un ordine di cattura per l’espiazione della pena di quasi 4 anni di reclusione per maltrattamenti in famiglia commessi nel 2014. Il soggetto rintracciato da una pattuglia di Carabinieri del Comando Stazione di Loano inseriti anch’essi nel massiccio dispositivo dispiegato, è stato immediatamente associato al carcere di Imperia.

Stamattina invece i Carabinieri della Compagnia di Albenga con l’appoggio di una squadra di Vigili del Fuoco di Albenga e di personale della Polizia Locale, hanno condotto un nuovo servizio finalizzato al controllo delle tre palazzine in stato di abbandono ubicate in via Carloforte, già teatro di numerosi interventi su segnalazione e arresti di stranieri dediti ad attività delittuose.

Dopo una preliminare cinturazione dell’area, le squadre di militari ed agenti hanno ispezionato tutti gli appartamenti delle palazzine. All’interno di un appartamento sono stati rintracciati tre cittadini marocchini di 31, 32 e 38 anni. Il primo munito di regolare permesso di soggiorno, gli altri due invece irregolari sul territorio italiano. I soggetti sono stati tutti accompagnati in caserma e denunciati per invasione di terreni ed edifici. Su i due irregolari sono state avviate le procedure volte all’espulsione dal territorio nazionale.

Al termine dell’operazione di polizia, si è passati subito ad una nuova messa in sicurezza ad opera dai cantonieri comunali che hanno provveduto a murare un varco divelto al fine di impedire che in futuro l’area possa continuare ad essere utilizzata illecitamente a vario titolo.

Nel mirino dei militari anche altre situazioni analoghe di stabili abbandonati disseminati nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Albenga.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci