Albenga, Ciangherotti: "Pronti altri 1000 accertamenti Tari pur di far cassa"

  • Redazione
  • 2 min e 24 sec (361 parole)
  • Politica
La TUA pubblicità qui. Contattaci

Albenga. "Con enorme stupore, abbiamo appreso, da fonti interne al Partito Democratico, che l’assessore Paola Allaria non è ancora soddisfatta dei danni alle partite iva sino ad oggi prodotti nel suo settore amministrativo, con gli oltre 1000 avvisi illegittimi per l'applicazione di sanzioni erroneamente calcolate al rialzo che hanno prodotto introiti nelle casse comunali per oltre 3 milioni e mezzo di euro, soldi che non potranno più essere restituiti ai contribuenti per la quota corrispondente all’errato calcolo". Lo afferma in una nota Eraldo Ciangherotti, consigliere comunale di Forza Italia.

"Sembra infatti che l'assessore Allaria, per festeggiare il primo maggio festa dei lavoratori, abbia confermato - nella giunta di giovedì scorso- agli uffici dei tributi il mandato del Partito democratico a procedere, per l’anno 2018 in corso, nel colpire altre 1000 partite iva con emissione di nuovi avvisi di accertamento sulla Tari, anch’essi già illegittimi secondo l’attuale regolamento approvato dal Pd due mesi fa, in quanto contrari alle recenti pronunce dei Giudici della Commissione Tributaria, emesse la settimana scorsa a fronte dei ricorsi promossi da alcuni contribuenti nell’anno 2017, pronunce che già manifestamente danno ragione a quanto ripetutamente sostenuto nei diversi Consigli Comunali da Forza Italia e Lega Nord", aggiunge.

"Poiché l'Amministrazione comunale, per il 2017, ha introitato, per vie fiscali illecite, oltre 3 milioni e mezzo che non restituirà più a tutti quei contribuenti che hanno "prestato adesione" agli avvisi di accertamento mediante accordo bonario, il Partito democratico vorrebbe bissare per il 2018 con le restanti partite iva, la maggior parte delle quali, per togliersi il fastidio, si sa che pagheranno senza fare alcun ricorso. Roba che se la facesse un privato, sarebbe ai limiti della truffa - dice ancora il consigliere-Mentre richiamiamo l’Assessore Allaria a rivedere questa performance disonesta, deponendo le armi contro le partite iva del nostro territorio, già troppo vessate dalle leggi dello Stato approvate da Renzi-Gentiloni, invitiamo tutti i contribuenti che riceveranno un avviso di accertamento Tassa rifiuti da qui in avanti, a contattare, prima di pagare, le segreterie cittadine di Forza Italia e Lega Nord, per costituire una task force volta ad una azione giudiziaria comune contro un accertamento massivo contro le partite iva manifestamente illegittimo".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci