Albenga: Cangiano rinuncia al mandato bis, avanza la candidatura di Tomatis

Il sindaco tornerà a fare l’avvocato a tempo pieno.

Profumeria Simonini

Albenga. Non è un addio alla politica attiva, ma una rinuncia, ufficiale, a quello che molti albenganesi, in particolare i simpatizzanti del centrosinistra auspicavano. Giorgio Cangiano chiude i cinque anni di mandato e per lui non ci sarà un bis. Al suo posto avanza l’ipotesi di candidare il suo vicesindaco Riccardo Tomatis. I tempi sarebbero maturi. Ma oggi è il giorno di “Re Giorgio” che guarda al passato e al futuro.

«Sono stati compiuti passi da gigante – racconta – Tanti gli obiettivi raggiunti in questi cinque anni di amministrazione. Albenga avrà finalmente un polo scolastico comprensoriale di altissimo livello, opere pubbliche di grande spessore, la conclusione positiva della questione con la Corte dei Conti che ha sbloccato risorse importanti, la partenza del Giro d’Italia, gli accordi sottoscritti con Costa Crociere e non ultimo il Jova Beach Party pronto a trasformare Albenga in una città della musica».

Quale sarà il futuro di Cangiano? «Contribuirò nella formazione di una squadra solida pronta a governare Albenga per i prossimi cinque. Io ricoprirò l’incarico di consigliere comunale. Credo di poter dare un valido contributo al gruppo dopo cinque anni di impegno amministrativo. Un incarico difficile ma che mi ha regalato anche tante soddisfazioni. Ho fatto una scelta che è quella di continuare a dedicarmi alla città che amo, nella quale sono nato e vivo, facendolo in modo diverso. Sono convinto che nella vita ognuno debba dire e fare solo ciò che è in grado di realizzare davvero. La mia, quindi, è una scelta di coerenza perché non vivo e non ho mai vissuto di politica e voglio tornare a dedicarmi alla mia professione, che mi piace e per la quale ho studiato».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Borghetto Revisioni