Albenga, arrestato cittadino marocchino e sequestro ingente quantitativo di droga.

La "polvere bianca" era destinata ad acquirenti in vista dei festeggiamenti per l’ultimo dell’anno. 200.000€. il possibile ricavo stimato

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Durante i numerosi servizi di pattugliamento notturno messi in atto tra Albenga e Ceriale, l’altra notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo ingauno hanno controllato, perquisito ed arrestato un marocchino 32enne, irregolare sul territorio nazionale, già arrestato dallo stesso N.O.R. di Albenga negli anni passati sempre per reati in materia di droga.

Il giro di affari del corriere nordafricano finito in manette è considerato dagli investigatori di “tutto rispetto” sia in considerazione dell’ingente quantitativo di cocaina purissima trovata nella sua disponibilità (oltre 1 kg e 100 grammi), sia per i 12.000 euro in contanti provento dell’illecita attività, rinvenuti a seguito della perquisizione domiciliare nel proprio appartamento a Ceriale, ma soprattutto per l’attività di pregresso monitoraggio e pedinamento messo in atto dai Carabinieri di Albenga che ha consentito di appurare che il soggetto costituisse un importante collettore del narcotraffico sulla piana ingauna, in grado di rifornire una moltitudine di piccoli spacciatori.

Durante le perquisizioni è stato ritrovato anche mezzo etto di hashish sebbene il pusher fosse principalmente dedito allo smercio di “polvere bianca”. È di quasi 200.000 euro il possibile profitto stimato dai Carabinieri e sottratto alla malavita, considerando la purezza dello stupefacente che, se tagliato, avrebbe fruttato una quantità ingente di dosi. Da accertamenti effettuati dagli investigatori del Nucleo Operativo è emerso che parte del carico di droga sarebbe stato destinato ad acquirenti in vista dei festeggiamenti per l’ultimo dell’anno.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci