Albenga. Non si arresta l'occupazione abusiva nell'ex cantiere di Via Carloforte

Una sfida continua contro l'amministrazione e le forze dell'ordine albenganese

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Nonostante l'occlusione murata di alcuni accessi, nell'ex cantiere di Via Carloforte, con l'installazione di reti metalliche per impedirne l'intrusione, le stesse vengono utilizzate come supporti per accedere ai piani superiori degli edifici incustoditi, sia di giorno che di notte.

E' quanto ha fatto notare Eraldo Ciangeherotti, Consigliere comunale di Albenga (Capogruppo F.I.) scrivendo sul suo blog personale:

"Per diventare climber esperti e mettersi al riparo da incidenti é meglio allenarsi prima con pareti artificiali presenti in città... ed ecco che le risorse umane che vivono nei palazzi abbandonati di via Carloforte si esercitano a scalare le pareti in piena libertà, di giorno e di notte, all'aria aperta... Altro che poliziotti di quartiere. Qui si creano nuovi spiderman".

Una pratica ardita, che purtroppo mette ia repentaglio la sicurezza, non solamente presso gli immobili in disuso, ma nelle stesse abitazioni vissute, dotate di gronde o inferriate, "pronte all'uso" di questi esperti arrampicatori, non sempre motivati da un puro esercizio fisico...

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci