Alassio pensa a proteggere le spiagge con il Tecnoreef

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Alassio. Avanti con il Tecnoreef, soluzione innovativa per proteggere le spiagge e difendere la costa di Alassio. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marco Melgrati si è detta favorevole ad appoggiare il progetto del Consorzio Adelasia, che rappresentano i balneari alassini. Nel corso di un doppio incontro, prima in Comune e poi nella sala conferenze dell’istituto salesiano don Bosco, gli imprenditori ritengono il sistema Tecnoreef «l’unico modo per poter salvaguardare il litorale» anche alla luce dei danni provocati dalla violenta mareggiata dello scorso 29 ottobre. I presupposti perché venga realizzata una barriera artificiale ecocompatibe sommersa, utile anche per la protezione della prateria di posidonia oceanica e il ripopolamento di specie alieutiche, ci sono tutti. Il Tecnoreef è un manufatto in calcestruzzo armato a base di elementi naturali senza additivi sintetici che può essere assemblato in svariate combinazioni e permette la costituzione di strutture stabili di reef artificiale su fondali sia marini che lacustri. Ma soprattutto evita fenomeni erosivi con tecnologie innovative e in ottica costante di sostenibilità ambientale. Spiega Ernesto Schivo, presidente dei Bagni Marini: «Estrema soddisfazione per la conclusione dell'iter burocratico per la realizzazione della protezione della costa alassina nonché immediata decisione da parte del Consorzio Adelasia nella riunione con i colleghi di proseguire con la realizzazione dell'opera». Aggiunge il vice presidente della stessa associazione di categoria Emanuele Schivo: «Fa molto piacere sapere, dopo l'incontro in Comune, che l'Amministrazione condivide il nostro obiettivo. Un intervento – sottolinea Schivo - che va a vantaggio dell'intero tessuto alassino: proteggere le spiagge con il Tecnoreef significa tutelare una voce fondamentale dell’economia turistica della nostra cittadina». «Ora è arrivato il momento di impegnarsi per reperire i fondi con i quali dar corso all’esecuzione della fase preliminare del progetto», sottolinea l’assessore Rocco Invernizzi che ha annunciato l’avvio di un primo step sperimentale su un chilometro di costa alassina.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci