Alassio, orari più elastici in Comune per agevolare i cittadini

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Alassio. Orari di apertura del Comune anticipati al mattino e quindi più comodi per rispondere alle diverse esigenze degli alassini. In un processo di rinnovamento delle modalità di accesso e fruizione dei servizi per rendere più agevole il contatto e il disbrigo delle pratiche, l’Amministrazione sta pensando di rivoluzionare gli orari di apertura al pubblico del Municipio, per farla diventare a tutti gli effetti la casa del cittadino. Ne ha parlato, durante l’ultimo consiglio comunale, l’assessore Fabio Macheda incalzato dal consigliere di opposizione Giovanni Parascosso di «Alassio Volta Pagina». «L’orario di apertura del Comune alle 9,30 non risponde più alle reali esigenze dei cittadini», è stato detto durante la riunione consigliare dal consigliere di minoranza. L’assessore Macheda, nella sua risposta, ha ricordato però che qualcosa già si sta muovendo: «L’ufficio scuola per la consegna dei buoni pasto, ad esempio, è aperto già alle 8,30 del mattino. Dalle 9 alle 12,30 è aperto anche lo sportello della polizia municipale. Stiamo studiando come perfezionare ulteriormente la macchina comunale anche in altri settori». L’obiettivo del processo in corso ovviamente è quello di garantire un equilibrio tra le esigenze emerse da parte dei cittadini e gli orari di lavoro degli impiegati comunali. Va anche ricordato che molti servizi sono disponibili anche sul portale del Comune. Sono attivi praticamente tutto l’anno anche quando il Comune è chiuso. E’ possibile ottenere informazioni sulle modalità di pagamento dei tributi, acquisire i Certificati di destinazione urbanistica, conoscere i servizi dedicati allo sport e all’educazione scolastica. Durante l’ultimo consiglio si è parlato proprio dei criteri generali per l'adozione del Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi. L’assessore Macheda ha spiegato come si sia reso necessario attualizzare al nuovo contratto nazionale di lavoro il regolamento degli uffici e dei servizi, di competenza della giunta, che regola il funzionamento della macchina comunale. Il consiglio, chiamato a definire i criteri generali entro i quali la giunta approverà regolamento, ha approvato la pratica con dieci voti favorevoli (la maggioranza), cinque astenuti (tutta la minoranza) e nessun voto contrario.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci