Alassio, frattura confermata. Il sindaco Canepa revoca le deleghe al suo vice Monica Zioni.

Maggioranza in bilico. Zioni: mai più con questo sindaco preferisco Melgrati

La TUA pubblicità qui. Contattaci

«Con amarezza, dopo un breve confronto con la Dott.ssa Zioni alla presenza di alcuni membri della maggioranza e dopo un sereno confronto con tutti i consiglieri della lista “Canepa Sindaco”, sono giunto alla decisione di revocare le deleghe al Vice Sindaco e Assessore Zioni, poiché è venuto meno il rapporto fiduciario. Ringrazio comunque la Dott.ssa Zioni per l’impegno profuso fino a oggi». Queste le parole del Sindaco Canepa, giunte alla conclusione della crisi degli ultimi giorni.

Epilogo per nulla inaspettato dunque, anzi annunciato, da tempo, infatti, si stava consumando una guerra di opinioni, in seno ai vertici della maggioranza alassina, che stamane ha trovato una definizione.

Un dialogo venuto meno, proprio su argomenti di primario interesse per la Città del Muretto, quali la gestione della raccolta differenziata e il dimensionamento della Direzione Scolastica.

La maggiornza perde così un altro importtante tassello con un rapporto di 9 a 8 esponenti di minoranza.

Intanto Monica Zioni, in pausa di riflessione, ribatte: «Mai più con questo sindaco e con questa maggioranza […] Ho lavorato 4 anni per questa giunta comunale con l’obiettivo di portare a casa risultati importanti per la nostra cittadina, sono sempre stata fedele al sindaco e alla maggioranza, tuttavia oggi posso dire con certezza che non c’è paragone: Melgrati è un signore ed è stato un grande sindaco per Alassio».

Rimpianto da molti, Melgrati non si fa attendere e dichiara: «Tra un posto in Regione e ritornare alla guida della mia città, opterei certamente per quest'ultimo incarico, dà molte più soddisfazioni e possibilità di fare il meglio».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci