Alassio, De.Co. - Fabio Macheda: "Rivitalizzare festività patronali puntando su tradizione e nostre eccellenze."

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Moglio con la “ventre” e le “mugnarelle”, Solva con le “biscette”, Borgo Coscia con le frittelle di mele, la Confraternita di Santa Caterina con le “gallette” e le “paiette”, Borgo Barusso con i “gumeletti” ma anche gli ittiturismi del porto di Alassio saranno presenti con i panini con le acciughe e “u macchettu”. Non mancheranno i Baci di Alassio, il “Pan del Marinaio”. Sarà uno «street food» a km 0 quello in programma dal 7 al 9 dicembre in centro ad Alassio. In onore del santo patrono, Sant’Ambrogio, la città del Muretto si veste a festa e mette in vetrina le eccellenze locali. «La nostra idea - spiega Fabio Macheda, assessore al Commercio del Comune di Alassio – è quella rivitalizzare le festività patronali puntando proprio sulla tradizione e sulle nostre eccellenze. In quest’ottica abbiamo pensato all’istituzione della De.C.O., ovvero un marchio di garanzia dei prodotti ad alto valore storico della tradizione locale». Di qui, in collaborazione con le frazioni e le associazioni locali, è nata l’idea di organizzare la prima fiera che si terrà in piazza Matteotti. Grazie alla collaborazione con il progetto Alassio Christmas Town i prodotti Deco troveranno spazio nelle caratteristiche casette in legno del villaggio di Babbo Natale.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci