Alassio Si autosospende Angelo Galtieri consigliere comunale della lista "Insieme X"

"Lascio all'avocato Parascosso la rappresentanza politica in Consiglio comunale del nostro gruppo in attesa del ripristino del normale stato di diritto della città di Alassio"

La TUA pubblicità qui. Contattaci

In occasione del Consiglio Comunale di Venerdì 18 Agosto scorso e stata discussa e rigettata la mozione presentata dalle minoranze avente ad oggetto la redazione del nuovo Statuto Comunale, con particolare riferimento alla Giunta. Infatti per ben 4 anni la giunta Canepa ha ha calpestato principi costituzionali e leggi nazionali, agendo in totale assenza di regole atte a garantire buon andamento ed imparzialità (come già affermato dal TAR LIGURIA nonché il Tribunale di Savona). Ovviamente dette violazioni sono avvenute mostrando gli attributi, come vuole Vaccarezza" commenta Angelo Galtieri, consigliere comunale della lista "Insieme X"

"A questo ultimo chiedo: Come mai il Comune di Loano grazie al Sindaco Pignocca possiede uno Statuto esemplare, mentre Alassio ha carta igienica?. Forse Alassio è una città di Serie B rispetto a Loano ? Gradiremmo una risposta sulla netta differenza di comportamento del sindaco Pignocca (a mio avviso, pregevolissimo) e del Podestà Canepa: chi dei due ha scelto la giusta via ? Infine merita una citazione particolare la dott. Sacco Botto (ex Segretario comunale), cui competeva controllo e garanzia dello Statuto, la quale si è limitata ad incamerare nel periodo alassino numerosi premi palesemente ingiustificati (da € 80.000 circa di compenso fisso a QUASI € 130.000 !!!!!!!)".

"In conclusione l’attuale Statuto Alassino è in contrasto con svariate norme statali, ed in particolare con: a) l’Art.51 della Costituzione Italiana; b) nonché art.137, comma I, Legge n.56/2014; c) nonché art. 46, comma II, Testo Unico Enti Locali (così come modificato dall’art.2, comma I, lett.b), Legge n.215/2012 !!!); d) nonchè art. 47, comma I, TUEL; e) art. 47, comma II, TUEL; f) art. 47, comma V, lett.a), TUEL, g) art. 48, comma I, relativo all’orario di convocazione della Giunta (ma anche del CONSIGLIO ) in un “… orario non coincidente con l'orario di lavoro dei partecipanti...".

"Qui il confine tra comportamenti di un Sindaco anti democratico e dittatoriale con quello di Sindaco con attributi diventa veramente labile. O imbarazzante ? In conseguenza poi degli Slogan sicuramente umoristici ma chiaramente lontanissimi dalla realtà (Costituzione; Varie Leggi Nazionali) del signor Canepa secondo il quale la sua amministrazione fonda il rispetto delle norme dello Stato come pietra miliare del suo operare, ignorando pertanto i punti a-g), di cui sopra ( CFR. le varie dichiarazioni e comunicati stampa degli ultimi periodi)".

"Preso atto quindi che allo stato attuale risulta evidente il mancato rispetto del minimo essenziale di quelle regole che dovrebbero essere proprie di uno stato democratico, mi autosospendo in attesa del ripristino del normale stato di diritto della città di Alassio e lascio l'avvocato Parascosso la rappresentanza politica in Consiglio comunale del nostro gruppo"

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci