Al via i saldi invernali 2018 in Riviera

Le date stabilite sono valide per tutto il territorio regionale.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Dopo lo spacchettio di Natale si corre già alla ricerca di nuovi acquisiti. Ufficializzate le date dei saldi che sono partiti in quasi tutta Italia il 5 gennaio, tranne in Basilicata, Sicilia e Valle d'Aosta dove gli sconti sono cominciati rispettivamente il 2, 6 e 3 gennaio.

Differente regione per regione, la data di chiusura dei saldi: in Campania ci sarà tempo fino al 2 aprile per approfittare degli sconti.

Partenza in sordina per i saldi invernali in Liguria, con molte persone in giro per la città ma senza l'assalto ai negozi. Sono alte le aspettative di fare buoni affari: un punto sul quale sono d'accordo le due associazioni di categoria, Federmoda Ascom e Fismo Confesercenti, anche perché questi saldi arrivano al termine di una stagione che ha visto aumentare le vendite anche per il settore dell'abbigliamento, che negli anni scorsi aveva vissuto una profonda crisi

«Questo Natale ha dato sorrisi ai commercianti perché abbiamo rilevato una buona affluenza e abbiamo anche visto salire un pochino di più la spesa media» spiega Francesca Recine, segretaria di Fismo Confesercenti, come del resto è della stessa opinione Emanuela Carena, vicepresidente vicario di Federmoda: «si respira un'aria più positiva e questo aiuta».

Le date dei saldi regione per regione

REGIONE INZIO FINE
Abruzzo 5 gennaio 5 marzo
Basilicata 2 gennaio 1 marzo
Calabria 5 gennaio 28 febbraio
Campania 5 gennaio 2 aprile
Emilia Romagna 5 gennaio 5 marzo
Friuli Venezia Giulia 5 gennaio 31 marzo
Lazio 5 gennaio 2018 28 febbraio
Liguria 5 gennaio 18 febbraio
Lombardia 5 gennaio 5 marzo
Marche 5 gennaio 1 marzo
Molise 5 gennaio 5 marzo
Piemonte 5 gennaio 28 febbraio
Puglia 5 gennaio 28 febbraio
Sardegna 5 gennaio 5 marzo
Sicilia 6 gennaio 15 marzo
Toscana 5 gennaio 5 marzo
Umbria 5 gennaio 5 marzo
Valle D’Aosta 3 gennaio 31 marzo
Veneto 5 gennaio 31 marzo
Trentino-Alto Adige 5 gennaio 16 febbraio

Per evitare le truffe la Guardia di Finanza ha recentemente diffuso un vademecum consultabile dagli utenti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci