Aeroporto di Villanova utile dopo il crollo del ponte Morandi

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Villanova d'Albenga. «Ho chiesto oggi al presidente dell’Enac Vito Riggio e alla commissione trasporti di istituire un collegamento aereo tra l’aeroporto di Albenga e i principali scali italiani per ovviare alle enormi difficoltà dei cittadini liguri di ponente a seguito del disastro del ponte che mette a repentaglio il raggiungimento dello scalo di Genova a causa dei disagi alla viabilità con tempi di raggiungimento aggravati anche di oltre due ore rispetto alla normalità». Lo afferma, in una nota, Giorgio Mule’, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.

E aggiunge: «La richiesta è stata accompagnata da una preliminare verifica delle condizioni di sicurezza dell’aeroporto di Albenga-Villanova e in virtù di una necessaria continuità territoriale che va garantita alla Liguria anche con un intervento diretto dello Stato per favorire i collegamenti fin quando non sarà ricostruito il ponte. Il presidente Riggio ha riferito che Albenga è in grado di accogliere aerei fino a 70 passeggeri sottolineando come andrebbe chiesta una deroga alla commissione europea seppure transitoria legata al crollo del Ponte Morandi per usufruire della continuità territoriale. A questo punto investirò della questione il governo per procedere al più presto ai passi successivi».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci