Aero Club di Savona senza benzina, la denuncia dei vertici societari

Profumeria Simonini

Albenga. «Aeroporto di Villanova d’Albenga, da cento giorni privo di carburante avio». A denunciarlo sono il presidente dell’Aero Club di Savona e della Riviera Ligure Gianni Monticelli e quello onorario Mauro Zunino. Diverse le domande che si pongono i vertici societari: «Il reiterato mancato approvvigionamento di carburante è portato da una situazione economicamente critica della società di gestione dell’aeroporto? Dalla mal celata volontà di eliminare la storica scuola di volo del ponente ligure esistente dal 1949)? Dall’incompatibilità tra un amministratore ed il sodalizio aeronautico? Dalla deficiente (molto carente) programmazione degli interventi garantiti al Ministero dei Trasporti per ottenere la concessione e ad tutt’oggi disattesi?». L’Aero Club denuncia che «per la manca di carburante la flotta è «paralizzata» nonostante disponga di una superficie in concessione dallo Stato sulla quale, autorizzato, nel tempo vi ha edificato a propria cura e spese strutture d’avanguardia per il supporto tecnico alla flotta, foresteria, aula didattica, uffici gestione attività (manutenzione, didattica, amministrativa) e che, soprattutto, deve resistere al “cattivo”, il quale in tutte le maniere cerca di disfarsi dello scomodo “coinquilino». L’Ava ha spiegato che è in corso il posizionamento di idoneo impianto per la distribuzione del carburante con distributore automatico. Ma il Club auspica che «cambi questo vertice che ha paralizzato l’aeroporto e tutte le attività supportate, che ha visto sparire oltre il 70% dei velivoli».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Borghetto Revisioni