Addio a Ruffinoni: Albenga si mobilitò per donargli una sedia a rotelle

La sua storia andò oltre i confini della città.

Profumeria Simonini

Albenga. Per gli amici era semplicemente Darietto, uomo sempre allegro nonostante il destino non sia stato molto generoso con lui. Dario Ruffinoni se ne è andato ieri sera e a molti sarà tornata in mente la sua storia che sorpassò i confini cittadini. All’uomo era stata infatti rubata la sua sedia a rotelle elettronica, indispensabile per poter svolgere una vita normale.

Ruffinoni era disperato ma presto si rese conto di come tanti suoi concittadini lo stimassero e gli volessero bene. Partì una gara di solidarietà per trovare i soldi necessari a comprargli una nuova sedia a rotelle, se possibile ancora più bella di quella precedente. Una raccolta che coinvolse tutti, dalle associazioni alle società sportive che organizzarono delle partite benefiche. Ed in poco tempo Ruffinoni, commosso e felice, ebbe la sua nuova carrozzina, con tanto di inaugurazione ufficiale.

Ora Dario non c’è più e con lui scompare un’altra figura storica della città. Che soave ti sia la terra, caro Darietto.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Borghetto Revisioni