Ad Alba riapre la sezione dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri, gemellaggio culturale con Albenga

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Albenga e Alba gemellate nel segno della cultura grazie alla riapertura della storica sezione piemontese dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri. Tra le prime ad essere stata fondata nel 1947 era stata poi disciolta dopo la scomparsa di Nino Lamboglia. Ora, grazie all’intervento di Cosimo Costa, presidente dell’Isl, è prevista a breve la riapertura della storica sede di Alba che verrà ospitata al Centro culturale San Giuseppe.

Afferma il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis: «Il traguardo appena raggiunto rappresenta un’occasione di scambio culturale e logistico di grande valore tra Alba e Albenga, due realtà che hanno già molte affinità. Alba – prosegue il primo cittadino - è conosciuta per le sue eccellenze enogastronomiche. Albenga si sta muovendo molto in questa direzione, ricordiamo che è entrata a far parte del circuito delle «Città del vino». Pertanto ritengo che l’apertura di una sede dell’Istituto Studi Liguri nella città di Alba possa garantire un dialogo non solo sulle tematiche legate alla cultura, ma anche su iniziative legate al flusso turistico già presente tra le nostre realtà e che vogliamo potenziare e valorizzare». Come sempre, tra l’altro, la sede storica di Palazzo Peloso Cepolla, nel cuore della città, ospiterà mostre e convegni allo scopo di promuovere la cultura e la storia del Ponente Ligure ospitando relatori e studiosi anche di fama nazionale.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci