Ad Alassio una raffica di Daspo per persone non gradite in città

  • Redazione
  • 2 min e 1 sec (304 parole)
  • Cronaca
  • alassio
La TUA pubblicità qui. Contattaci

Alassio. Per la prima volta ad Alassio il “Daspo urbano” è stato applicato ad una turista svizzera in vacanza in Riviera. E' stata punita perché bivaccava nei giardini pubblici davanti al Comune. Due agenti inflessibili, regolamento alla mano, hanno deciso di applicarlo alla lettera. La donna, senza troppi complimenti, è stata allontanata con in tasca una multa da 50 euro. L’applicazione del “Daspo urbano” rispecchia le norme dettate dal decreto Minniti. Le aree dove può essere applicato sono, oltre alla stazione ferroviaria e alle fermate dei bus già previste dalla legge, anche tutte le passeggiate e le vie del “budello”, oltre ai parchi, ai giardini pubblici ed alle zone limitrofe alle scuole, anche quelle delle frazioni collinari. In queste aree i bivacchi, comunque vietati in tutta la città, potranno essere sanzionati anche con l'ordine di allontanamento previsto appunto dal recente Decreto Legge. «Stesso provvedimento sarà applicato anche a chi compie atti osceni, ubriachezza molesta, a chi esercita il commercio abusivo», fanno sapere dal comando della polizia municipale. E a questo proposito a farne le spese sono stati due venditori ambulanti marocchini che gli agenti hanno fermato nel centro cittadino. Una volta identificati, anche per loro, è scattato il provvedimento di allontanamento. Il dispositivo di controllo della Polmunicipale, coordinato dal comandante Francesco Parrella, è stato ulteriormente potenziato con un turno che ora va avanti fino all’1,30 di notte. La presenza degli agenti in città ha permesso, in alcuni casi, di evitare atti vandalici e danneggiamenti in centro soprattutto nel fine settimana. Quattro ragazzi che milanesi bivaccavano nei giardini Charlie Chaplin sono stati allontanati e uno di loro denunciato per aver insultato gli agenti. I controlli saranno ancora più stringenti nel cuore dell’estate: «L’obiettivo – dice il sindaco Marco Melgrati - è quello di garantire sicurezza e ordine pubblico per residenti e turisti ospiti in città».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci