Accordo sindacale per il riconoscimento una tantum al personale del comparto infermieristico

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. È stato sottoscritto oggi in Regione Liguria l’accordo sindacale che prevede lo stanziamento della prima tranche di 500mila euro per il riconoscimento una tantum al personale del comparto - infermieri, oss e personale ausiliario - in servizio, a tempo determinato o indeterminato, nei Punti di primo intervento, Pronto soccorso e Dea durante i periodi di maggiore affluenza. A sottoscrivere il documento, la vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale, il direttore generale Dipartimento Salute e Servizi sociali Francesco Quaglia, il commissario straordinario di Alisa Walter Locatelli, i sindacati confederali (Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl) e di categoria (Fials, Nurdind, Nursing Up).

“Sono particolarmente soddisfatta dell’accordo raggiunto – afferma la vicepresidente Viale - perché coinvolge tutte le sigle sindacali, sia confederali sia di categoria. Si tratta di un riconoscimento per l’impegno garantito dal personale del comparto durante i periodi di maggiore affluenza legati all’emergenza influenzale. Questa prima tranche di 500mila euro sarà destinata ai lavoratori impegnati nei Punti di primo intervento, Pronto soccorso e Dea. Seguirà, a breve, non appena ottenute le necessarie autorizzazioni dal ministero dell’Economia e delle Finanze, un analogo stanziamento per garantire un analogo riconoscimento anche al personale dei reparti a supporto delle attività di emergenza. Le risorse stanziate sono frutto del lavoro di efficientamento del sistema realizzato da Alisa: come abbiamo sempre detto – conclude - eventuali risorse aggiuntive derivanti da una migliore e più efficace organizzazione dei servizi, senza alcuna riduzione degli stessi, vengono reinvestite in sanità”.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci