Abusivismo edilizio ed illeciti ambientali scoperti a Rialto

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Rialto. I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Calice Ligure durante il controllo del territorio in comune di Rialto ed a seguito di segnalazione da parte del WWF, hanno accertato l’apertura di un tracciato stradale, prima inesistente, che scende nell’alveo del torrente Pora.

La verifica dei lavori in corso ha portato ad accertare la realizzazione di un tratto di strada, lungo circa 84 metri e largo mediamente 170 cm. e, al termine della stessa era in costruzione il basamento per un muro di contenimento. Tale basamento, in cemento armato, ha una lunghezza di oltre 14 metri, con una profondità di scavo di 1 metro e, nello stesso, sono presenti le riprese in acciaio per la successiva realizzazione del muro. Le terre e rocce da scavo risultanti dallo scavo della fondazione del muro sono state depositate in area lungo la sponda sinistra del torrente Pora, con la formazione di un terrapieno che ha raggiunto l’alveo. Tutti i lavori sono stati realizzati senza le necessarie autorizzazioni edilizie e del vincolo paesaggistico ambientale ed in parte in fascia di inedificabilità del torrente Pora.

Dopo gli accertamenti i Carabinieri Forestale hanno sequestrato il cantiere e denunciato alla Procura della Repubblica il proprietario dei terreni e chi ha effettuato i lavori.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci