La A10 tra incidenti e proteste degli automobilisti

Continui e ripetuti disagi sull'arteria ligure martoriata dai continui incidenti, spesso ad opera dei mezzi pesanti.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Non c'è pace sulla A10 che, soprattutto nei mesi estivi, si trasforma in un vero e proprio incubo per tanti automobilisti. Da circa trenta minuti si avvertono code e rallentamenti a Celle per un incidente che ha coinvolto due auto (un ferito lieve). Probabilmente ci vorrà del tempo prima che la situazione torna alla normalità.
Intanto non si placano le polemiche sui disagi subìti dagli automobilisti nella giornata di ieri. Qui di seguito riportiamo la testimonianza di una nostra affezionata lettrice (Daniela Tellini) che ci ha voluto sintetizzare quanto vissuto ieri da tante persone che si trovavano in autostrada nel pomeriggio.

Ieri 23 giugno 2017 giornata infernale.

Esci semplicemente per fare la spesa a SAVONA e intorno alle 15, pensando di fare cosa intelligente, per tornare a casa sulle alture di Albissola, essendo vicino all’ingresso autostradale decidi di entrare in autostrada direzione Genova.

Pessima idea!

Ti trovi imbottigliata improvvisamente in una coda infinita ferma in piena tratta autostradale senza sapere cosa è accaduto .

Pensi: «beh dai 10 minuti di coda visto che siamo in estate ci stanno anche» ma passano i 10 minuti, ne passano anche 30 senza alcuna notizia in merito e tu sempre lì bloccata tra le auto ed una miriade di mezzi pesanti.

Lavorando in un servizio d’emergenza chiami per avere qualche notizia… ebbene trattasi di incidente tra due mezzi pesanti di cui uno ,andando a schiantarsi contro il guardrail, ha perso gasolio sulla carreggiata!

Ennesimo incidente ,ennesimo mezzo pesante… stessa tratta… non ci sono parole !

E quindi si aspetta sperando che qualche genio capisca che non si possono lasciare abbandonati fermi in autostrada troppi mezzi perché le persone si mettono in condizioni di pericolo… Si chiama rischio evolutivo.

Arrivano le 17 e sei sempre ferma immobile nello stesso punto ma nel frattempo la gente intorno a te è scesa dai mezzi e vaga, come passeggiando in un corso, con cani al guinzaglio e bimbetti anche molto piccoli per mano… peccato che stanno vagando tutti in mezzo ad una carreggiata autostradale e i bimbi stanno guardando incuriositi sotto i tir per esplorare mondi nuovi e mi chiedo se il mezzo improvvisamente si muove il bimbo è schiacciato…

Nessuno del servizio autostradale controlla nessuno della polizia stradale si intravede e nessuno soprattutto da comunicazioni e/o controlla la sicurezza in quella immensa coda brulicante di persone.

Mi innervosisco moltissimo

Decidi quindi di chiamare l’operativo autostrade di competenza mettendo al corrente della situazione e ti viene detto di aver pazienza perché anche loro stanno aspettando i vigili urbani per far defluire il traffico all’uscita di Albissola ma di loro nessuna traccia e sono due ore che sei ferma bloccata come un topo in gabbia .

Arrivano le ore 18 e finalmente , in totale «fai da te» raggiungi il casello di Albissola e ti infili in una coda interminabile per dover tornare a casa… Dei vigili urbani neanche l’ombra… Dei carabinieri neppure!

Bel pomeriggio

Bell’organizzazione

Bella gestione del rischio!

Ma siamo in Italia!

Daniela Tellini.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci