A Savona spiagge tirate a lucido per Pasqua

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Savona. E' una lotta contro il tempo, quella per liberare le spiagge libere da detriti e rifiuti. Comune e Ata sono impegnati ormai dalla scorsa settimana, con ruspe e motocarri nel pulire e riordinare centinaia di metri di litorale danneggiati e coperti ancora di legname, plastica e spazzatura, lasciati sulla spiaggia dalla mareggiata dello scorso ottobre.

«Quest'anno, rispetto al passato, abbiamo anticipato le pulizie nelle spiagge libere - spiega l'assessore all'ambiente Pietro Santi - per avere il litorale ordinato e disponibile in occasione delle prossime festività pasquali. L'intervento dell'Ata rientra nel contratto di servizio con il Comune». E prosegue l'assessore:«I lavori in corso prevedono anche l'eliminazione, alle foce dei rii Madonna del Monte, Quattro Stagioni, Molinero e San Cristoforo delle «dighe di sabbia» lasciate dalla mareggiata, in moda da evitare la stagnatura dell'acqua e consentire così il normale scorrimento dei corsi d'acqua in mare».

Complessivamente le spiagge libere, tra Zinola e il Prolungamento, sono 14. Un vero record tra i litorali della Liguria. Il lavoro di riordino e pulizia delle spiagge, vede attualmente l'Ata impegnata tra l'arenile di Zinola e Natarella. Tutto i detriti e il materiale recuperato dalle ruspe è stato ammucchiato davanti agli ex cantieri Solimano, in attesa di essere portato via al più presto. Nel frattempo, è cominciata la spianatura della sabbia con le pale meccaniche. Insomma, tutto lascerebbe pensare che per Pasqua, anche le spiagge libere saranno accoglienti come quelle private.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci