A Ceriale ora è guerra per la Tari

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Ceriale. Rinviare il quarto punto all’ordine del giorno del Consiglio comunale ovvero l’acquisizione delle azioni della Sat per il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti a Ceriale. Lo chiede a gran voce il Meetup Ceriale in Movimento rappresentato da Rodolfo Sanna.

«Il consiglio comunale si riunirà lunedì e tra i temi in discussione spicca l'approvazione dell'affidamento del servizio di raccolta rifiuti, che incide sulla bolletta Tari dei cittadini con un aumento del 6%. Una votazione che – secondo Rodolfo Sanna - avviene senza che sia stata precedentemente coinvolta la cittadinanza, come promesso in campagna elettorale, ed inserita in una seduta di consiglio convocata durante le festività natalizie quando la gente è ovviamente distratta . Non è certo un’iniziativa trasparente – avverte Sanna - Qui ci sono tutti i presupposti per avere il ragionevole dubbio che si volesse far passare tutto in sordina, tenendo tutto nascosto fino a quando i cittadini non si sarebbero accorti del balzello del 6% sulla Tari».

E così il Meetup di Ceriale ha deciso di attaccare l’Amministrazione comunale per l’inaspettato regalo delle feste di Natale. «Senza entrare nel merito dell'affidamento per cui non c'è stato il tempo materiale di esaminare attentamente il procedimento si ritiene che ciò che sia mancato è stato il coinvolgimento della cittadinanza su un tema molto sentito e l'assenza totale di trasparenza, con un avviso pubblicato all'albo il 16 dicembre privo di oggetto e quindi non identificabile. La maggioranza dia una dimostrazione ai cittadini più trasparenza, rinviando l'approvazione dell’ordine del giorno ad un’altra seduta da svolgersi dopo uno o più incontri pubblici».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci