690 gli interventi totali dei vigili del fuoco: il governatore Toti dichiara lo stato di emergenza.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Secondo il riepilogo ufficiale del Comando dei vigili del fuoco di Savona, emesso dal Ministero degli Interni, numerosi sono stati gli interventi effettuati nella Provincia di Savona per emergenza maltempo tra il 27 ottobre 2018 e le ore 12.00 del 1 novembre 2018.

L’Arpal aveva di fatto comunicato che l’allerta meteo, declassata a gialla, sarebbe durata fino alle ore 12.00 del 1 novembre 2018. Il miglioramento delle condizioni climatiche ha interessato tutta la regione fin dalle prime ore del mattino ma il bilancio dei danni è preoccupante, sembra si aggiri intorno alle centinaia di milioni di euro. La mareggiata di lunedì e le vaste precipitazioni degli ultimi giorni, hanno spinto il governatore Toti a richiedere lo Stato di emergenza. L’Arpal ha rassicurato la popolazione, preoccupata per l’innalzamento idrometrico dei corsi d’acqua maggiori, che i livelli sono tuttora in discesa.

Solo nella giornata del 1 novembre 2018 ci sono stati 116 interventi e ce ne sono al momento in coda 117. Per meglio monitorare le coste, gravemente danneggiate dal maltempo, i vigli del fuoco hanno utilizzando i droni specie nelle zone impervie

Gli interventi totali sono stati 690 di cui: 257 a Ceriale; 114 ad Albenga; 77 a Cairo; 106 a Finale Ligure; 95 a Varazze; 10 a Villanova; 17 a Vendone e 14 che concernono altri comandi.

Tra gli interventi di maggiore rilevanza ricordiamo il decesso dell’anziana Vincenzina Bruzzone, pensionata di 88 anni, avvenuto il 29 ottobre 2018 ad Albissola Superiore, colpita dalla copertura in lamiera di un palazzo di via Garibaldi a causa di una forte tromba d’aria. Sempre il 29 ottobre si è formata una voragine, causata dalla forte mareggiata, sulla carreggiata SS n°1 dell’Aurelia in località Malpasso a Finale Ligure. All’interno è caduta un’autovettura, precipitata per 6 metri, per fortuna senza gravi conseguenze per la donna che si trovava al volante.

Nelle ore notturne del 30 ottobre al porto di Savona la mareggiata ha provocato l’allagamento dei piazzali di Savona Terminal Auto, che ha innescato l’esplosione delle batterie di alcune auto nuove in attesa di imbarco. La conseguenza è stata un rogo che ha coinvolto 1500 automezzi. Il 30 ottobre il maltempo aveva danneggiato la cupola della chiesa di Stella Maris ad Albisola Superiore, considerando lo stato di allerta erano state provvisoriamente transennate le vie adiacenti per la salvaguardia della pubblica incolumità. Come annunciato dal sindaco Franco Orsi, la giornata del 31 ottobre è stata interessata dalla messa in sicurezza dei rivestimenti in lamiera pericolanti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci