Natale di sangue a Strasburgo. Attacco terroristico nel cuore dell'Europa

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Un altro Natale di sangue, questo del 2018, che si apre con un attentato terroristico proprio nel cuore dell’Europa.

I colpi esplosi dal magrebino 29enne Cherif C., nato a Strasburgo ma radicalizzato e per questo schedato «S» come minaccia per la sicurezza nazionale, hanno travolto i tradizionali mercatini di Natale, poco dopo le 20, uccidendo 4 persone e ferendo almeno altri 12 passanti, tra cui un giovane giornalista italiano.

La caccia all’uomo (fuggito in taxi) e presumibilmente ad un secondo attentatore, ancora in corso, ha blindato la città, bloccando la mobilità di quanti si trovano nell’area della sparatoria nei pressi del ponte del Corbeau, la via dello shopping e per questo frequentatissima in questo periodo.

I gendarmi che non sono riusciti in mattinata ad arrestare Cherif C., già condannato a due anni nel 2011 per aver aggredito e ferito al volto un 16enne con il vetro di una bottiglia, lo hanno individuato nel quartiere di Neudorf, senza però riuscire nel blitz.

Prosegue intanto la seduta parlamentare, simbolo della democrazia internazionale, potenziale obiettivo del terrorismo islamico per la storica presenza del suo millenario edificio religioso.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci