Stop ai processi penali dal 12 al 17 giugno

Una risposta pesante e con lo scopo di far riflettere i cittadini sui danni che potrebbe arrecare la riforma del diritto penale voluta dal Governo.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Una risposta pesante e con lo scopo di far riflettere i cittadini sui danni che potrebbe arrecare la riforma del diritto penale voluta dal Governo. Gli avvocati penalisti di tutta Italia si fermano dal 12 al 17 giugno per protestare contro una riforma che non è stata neppure discussa in Parlamento e che presenta diverse situazioni critiche come quella in materia della prescrizione.

«Ci auguriamo che lo sciopero rechi meno danni possibili - informano un paio di avvocati raggiunti telefonicamente da Mediagold - ma del resto non è possibile tacere su una riforma destinata a penalizzare i cittadini e l’intero apparato della giustizia penale».

Del resto non soltanto gli avvocati contestano questa riforma: basterebbe ricordare le parole pronunciate da Roberto Saviano che ha apertamente contestato questa riforma voluta dalla maggioranza di Governo.

«Se questa astensione non sarà sufficiente - concludono gli avvocati - continueremo con altre iniziative destinate a far comprendere alla gente comune i pericoli di questa riforma».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci