Una perturbazione sta interessando la nostra regione portando nevicate fino a bassa quota nell’entroterra. Sabato rapido miglioramento e netto calo delle temperature. Domenica è previsto un nuovo peggioramento su tutta la regione.

Nella seconda parte della giornata natalizia, venti forti con locali rinforzi fino a burrasca da nord; mare fino ad agitato. Nel corso del pomeriggio graduale intensificazione dei fenomeni sull’Appennino orientale con quota neve inizialmente oltre i 600 metri, in successivo calo fino a 300-400 metri. In serata nevicate abbondanti sulla Val d’Aveto con accumuli intorno ai 30 cm, nevischio o deboli nevicate oltre i 300-400 metri sul resto dei versanti padani. Sulla costa del centro-levante deboli piovaschi intermittenti, generalmente asciutto a ponente. Venti da moderati a forti da nord. Possibili ulteriori rinforzi fino a burrasca dal pomeriggio. Mare mosso sotto-costa, tra molto mosso e agitato al largo e sul settore orientale.

Un rapido miglioramento previsto per la giornata di Santo Stefano, con ventilazione sostenuta dai quadranti settentrionali. Nella prima parte della mattinata residua nuvolosità a levante, per il resto della giornata cieli sereni sull’intera regione. Venti da forti a moderati da nord. Mare stirato sotto-costa, da molto mosso a mosso al largo. Temperature in diminuzione.

Situazione (ancora in via di evoluzione) che andrà poi via via a peggiorare domenica 27 dicembre, con ventilazione sostenuta e rapido aumento della nuvolosità sull’intera regione fin dal mattino. Dalla sera precipitazioni diffuse e nevicate fino a bassa quota. Temperature in lieve flessione.