Bilancio di un’allerta di fine autunno con zero in pagella ai treni

Migliora la situazione delle strade e dell'energia elettrica.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Premesso che se uno scandinavo fosse in vacanza in Liguria tornerebbe a casa con qualche dubbio sull’efficienza dei nostri servizi a reggere situazioni d’emergenza, possiamo da questa mattina tirare un sospiro di sollievo dopo la tempestosa giornata di ieri. L’allerta è prorogata sul Levante, mentre nella Riviera di Ponente è già il momento di contare i danni della mareggiata, che fortunatamente è avvenuta a dicembre e non in Primavera. Danni ingenti ad Alassio, Finale e Vado per una situazione meteo che non si verificava, come ha dichiarato l’ARPAL da oltre 10 anni. Lo zero in pagella, confermato anche dalle dichiarazioni roventi del Governatore della Regione, è per Trenitalia che è andata letteralmente in tilt, come avveniva negli anni ‘80 per il gelo che si forma negli scambi. Ormai in tutta Europa, dove fa molto più freddo che da noi, ci sono sistemi che permettono ai treni di viaggiare normalmente in qualsiasi condizioni di tempo. Ammesso che qui non sia possibile, sarebbe stato utile quanto meno avere, come lamentano tanti pendolari savonesi e del ponente, informazioni più precise. Intanto questa mattina, come sottolinea un pendolare di Albenga, meglio andare in auto: «Non ci mettiamo a rischio di arrivare un’altra giornata in ritardo al lavoro e magari non poter tornare a casa alla sera».

Sta migliorando anche la situazione dell’energia elettrica: a Conna, attualmente ancora senza corrente, questa mattina dovrebbe tornare la luce, mentre i black out nella Riviera sono per il momento terminati. Le scuole infine rimangono chiuse in alcune città e aperte in altre.

Infine, se le previsioni a media distanza saranno confermate, da lunedì dovrebbe tornare l’alta pressione, con un miglioramento delle condizioni climatiche.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci