Fognini in finale a San Pietroburgo battuto lo spagnolo Agut

E nelle prove del MotoGP ad Aragon, Valentino Rossi è secondo.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Una semifinale splendida, ricca di colpi di scena, e che riscatta in pieno Fabio Fognini, il tennista di Arma di Taggia reduce dalla brutta figura, con tanto di sanzione, agli U.S. Open. Nel campo indoor di San Pietroburgo, torneo dotato di un milione di euro di montepremi, Fognini ha affrontato l’ostico spagnolo Agut che in questa stagione ha ottenuto brillanti risultati, anche nei grandi tornei. E l’iberico è partito in quarta vincendo, in meno di mezz’ora, il primo set con il punteggio di 6-2. Nel secondo set, durato oltre un’ora, i due tennisti si sono resi protagonisti di scambi spettacolari, giungendo al tie-break che è stato favorevole all’azzurro (9-7). Il terzo set è stato sulla scia di quello precedente, concludendosi ancora al tie-break e ancora con il successo (7-5) di Fognini che domani in finale se la vedrà con il bielorusso Dzummur, non certo un avversario impossibile. La semifinale di oggi è stata giudicata la migliore partita del torneo ed è durata 2 ore e 31 minuti.

Ma la giornata sportiva ha vissuto soprattutto sulle prove del MotoGP ad Aragon: la seconda giornata, dopo la pioggia caduta ieri, ha visto una grandissima prestazione di Valentino Rossi che si è presentato all’appuntamento dopo una pausa dovuta ad una grave caduta. Il campione si è piazzato al secondo posto e domani parte tra i favori del pronostico in una gara che può essere determinante per il mondiale.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci