Patrizia Giallombardo, Nostra Signora Del Sincro

Risultati Indimenticabili Alla Rassegna Di Budapest

  • Guglielmo Olivero
  • 1 min e 13 sec (228 parole)
  • Sport
  • nuoto
Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

L’ultima grande soddisfazione è arrivata un’ora fa con la medaglia d’argento conquistata nel duo misto da Minisini-Perrupato, secondi soltanto alla splendida coppia russa, nei campionati del mondo di Budapest

Patrizia Giallombardo, savonese, assapora le gioie iridate che resteranno per sempre scolpite non soltanto nella sua mente, ma anche in quella di tanti sportivi incantati dai progressi della squadra azzurra, ormai tra le prime del mondo in una disciplina che, per volere del nuovo presidente della Federazione Internazionale Nuoto, prenderà ora il nome di nuoto acrobatico.

E pensare che la Giallombardo, commissario tecnico dal 2012, sembrava donarsi al nuoto: <Da piccola-ha raccontato in un’intervista rilasciata a Mediagold prima di partire per la splendida avventura ungherese-ero brava nei 100 dorso e nei 100 stile libero, poi il sincro è entrato nella mia vita e non è mai più uscito>.

Nostra Signora del sincronizzato vanta un curriculum del quale è impossibile citare tutti i risultati: basta ricordare che da allenatrice ha vinto otto scudetti con la Rari Nantes che è diventata una grande realtà del sincro, donando alla Nazionale tanti talenti.

Ora che il sincro (o meglio l’artistico) grazie a Morosini, si apre anche ai ragazzi, è auspicabile prevedere un futuro radioso: <Con i Mondiali di Budapest-afferma la Giallombardo-è iniziato un nuovo quadriennio olimpico che si concluderà a Tokyo nel 2020>. Facile prevedere, per Nostra Signora del Sincro, altri momenti incancellabili

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci