Fabio piu’ Fabio Grand’Italia nel ciclismo è nel tennis

Una grande giornata di sport

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Forse era scritto nel destino che, trentacinque anni dopo il trionfo dell’Italia sul Brasile ai campionati del mondo di calcio, gli sportivi nostrani vivessero una grande giornata di sport.

E’stato un pomeriggio di grandi emozioni, da saltare dal divano per soffrire e gioire per due grandi imprese, che hanno non poche connotazioni liguri.

La copertina spetta a Fabio Aru che ha trionfato nella quinta tappa del Tour de France, la prima con un arrivo in una salita di prima categoria. Il sardo, o il Cavaliere dei Quattro Mori come amano nominarlo gli sportivi, ha vinto d’autorità la tappa che prevedeva la conclusione alla Planche De Belles Filles. Aru ha collezionato il suo successo negli ultimi due chilometri, con uno scatto imperioso al quale nessuno, in un primo momento, ha saputo rispondere. Il corridore dell’Astana ha retto al ritorno degli inseguitori stringendo i denti nell’ultimo chilometro dove le pendenze raggiungevano il 20%. Ora Aru è terzo nella classifica generale (indossa anche la maglia per il miglior scalatore) che vede al primo posto Froome della Sky, favorito per la vittoria finale

A Wimbledon si è da poco conclusa la partita del secondo turno che ha visto prevalere l’imperiese Flavio Fognini sullo slovacco Vasely, dotato di un grande servizio. Ma Fognini non si è fatto cogliere dal nervosismo e dopo aver vinto il primo set 7-6 si è imposto agevolmente negli altri due parziali con il risultato di 6-4, 6-2

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci