Domenica di grandi delusioni per lo Sport Azzurro

Pesanti verdetti dai Mondiali di Ciclismo, MotoGp e Tennis

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Un’altra domenica da dimenticare per il dimesso sport italiano che oggi ha messo a dura prova il morale degli appassionati. Nello spazio di quattro ore sono arrivate tre delusioni difficili da digerire ad iniziale dai Mondiali di Ciclismo dove nella prova su strada gli Azzurri diretti da Davide Cassani sembravano poter recitare un ruolo di prima categoria. Invece a gioire, e per il terzo anno consecutivo è Peter Segan, il corridore sloveno che ha vinto allo sprint la rassegna iridata programmata nello splendido scenario di Bergen.

A dieci chilometri dalla fine grandi emozioni aveva suscitato il tentativo del giovane Moscon che però è fallito a cinque dalla fine. E così il ciclismo azzurro deve ancora una volta masticare amaro, così come mastica amarissimo la Ducati che, con Dovizioso, sperava oggi di poter dire la sua nella MotoGp ad Aragon. Purtroppo il pilota italiano ha concluso al settimo posto, qualche problema di troppo nel controllare i pneumatici, e a tagliare per primo la bandiera a scacchi, cosa ancor più grave, è stato Marquez che consolida il suo primato.

Giù il cappello per Valentino Rossi che si è presentato con fratture "fresche" e che ha terminato al quinto posto

A completare il quadro di una domenica tristissima per lo sport azzurro la sconfitta di Fabio Fognini nella finale di S.Pietroburgo. Il tennista di Arma dopo aver vinto il primo set 6-2 ha ceduto, complice anche un infortunio, nei due successivi 6-4-6-2 contro Dzuhmur

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci