Il Carpi con l’andorese Gagliolo in finale playoff di B

Il Carpi è la prima finalista dei playoff di serie B.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Il Carpi è la prima finalista dei playoff di serie B. E a festeggiare, al termine di una partita che difficilmente verrà dimenticata da chi l’ha seguita in diretta televisiva, è anche Riccardo Gagliolo, giocatore nato ad Imperia il 28 aprile del 1990 e che ha iniziato la sua carriera nell’Andora, dove ha giocato per tre anni.

Il Carpi è passato sul campo del Frosinone (0-1) dopo che la partita di andata si era conclusa senza reti. Gagliolo & C per potersi qualificare alla finale dovevano assolutamente vincere, considerata la peggiore posizione di classifica al termine della regular season.

Ma le chances per il Carpi sembravano vanificarsi dopo che l’arbitro Ghersini, uno dei tanti direttori di gara che ha nel suo curriculum la sudditanza psicologica e la necessità di un lungo riposo, estraeva due cartellini rossi (uno proprio per Gagliolo) e negava un evidente rigore per la compagine ospite. Ma proprio quando tutto sembrava perduto il Carpi si portava in vantaggio con un tiro da lontano scagliato da Letizia.

Ecco il commento di Gagliolo raggiunto telefonicamente al termine della partita per Mediagold: «Credo sia stata, dal punto di vista emotivo, la partita più importante della mia carriera. L’arbitro ci ha danneggiato e non poco, considerato che ci giocavamo una stagione. Ma nonostante la doppia inferiorità numerica ed un rigore negato abbiamo segnato negli ultimi minuti, resistendo poi alla veemente reazione dei padroni di casa. E questa vittoria ha un valore doppio che dedichiamo ai settanta tifosi che ci hanno seguito, cinque dei quali di Andora».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci