Il capolavoro del Finale chiude quinto la D

Il Finale la squadra alla quale va assegnato il trofeo per il miglior gioco espresso durante il campionato.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Non ci sono dubbi, è il Finale la squadra alla quale va assegnato il trofeo per il miglior gioco espresso durante il campionato.

La compagine del presidente Candido Cappa ha concluso al quinto posto e oggi pomeriggio, sul campo di via Brunenghi, ha strappato un pareggio alla capolista Gavorrano (4-4). Una partita spettacolare che ha visto i ragazzi allenati da Pietro Buttu andare in gol con Vittori, Scalia (rigore), Capra e Sogno. Anche contro la capolista, che certo non è venuta nella Riviera di Ponente intenzionata a fare una gita, il Finale ha espresso il suo gioco spettacolare e concreto sul quale si sono poste le attenzioni di tanti addetti ai lavori.

Certo questo campionato testimonia la grande capacità di mister Buttu, un allenatore capace, di alta professionalità e capace di creare sempre la giusta armonia con tutta la squadra. Sono in molti a pensare (anche chi scrive) che Pietro non avrebbe sfigurato in categorie superiori, anche se lui ha sempre preferito rimanere nella sua Riviera di Ponente. Buttu è apprezzato da importanti allenamenti che militano in categorie professionistiche e certo non va dimenticata la grande amicizia che lo lega a Sannino, tecnico che ha occupato importanti panchine, non solo in Italia.

Adesso per il Finale il sogno di proseguire la stagione con i playoff sapendo che, comunque vada a finire, le aspettative sono state abbondantemente superate.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci