Esclusiva: Claudio Ranieri sarà il commissario tecnico della Nazionale

Ieri sera a Nantes il colloquio decisivo.

  • Guglielmo Olivero
  • 1 min e 21 sec (204 parole)
  • Sport
  • calcio
Borghetto Revisioni

La fonte, che ha un’amicizia di lunga data con lo scriba, desidera conservare l’anonimato, ma comunicarci che, nonostante la FIGC non abbia ancora eletto i nuovi vertici, siano ormai in dirittura d’arrivo i dettagli per far sedere Claudio Ranieri alla guida della panchina azzurra, non prima di fine maggio. L’ultimo contatto ieri sera, a Nantes, dove il tecnico italiano sta cercando di compiere un altro miracolo, dopo quello irripetibile che ha condotto il Leicester ad aggiudicarsi la Premier League. Ranieri, proprio ieri sera, avrebbe detto si all’offerta alla quale hanno risposto picche Capello, Ancelotti e, da ultimo, Mancini.

La candidatura a fine maggio, una volta concluso il campionato francese. L’unico dubbio che potrebbe far vacillare Ranieri sarebbe un super contratto proprio con il Nantes, qualora ottenesse un piazzamento prestigioso (e le possibilità ci sono).

Ma perché Ranieri? Perchè, in un momento in cui il gradimento della Nazionale è ai minimi storici sarebbe l’uomo adatto, esperto, umile e soprattutto amato dai tifosi proprio per quella splendida impresa nella Premier.

Ora non resta che la Figc nomini i suoi nuovi vertici, quelli chiamati a far firmare a Ranieri il contratto di durata quadriennale con obiettivo la qualificazione agli Europei 2020 e soprattutto ai Mondiali del 2022.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci