Calcio: dossier Torneo delle Regioni 2017

Il Torneo delle Regioni di calcio a undici, la manifestazione più importante che coinvolge tutti i calciatori e le calciatrici dell’Italia dilettantistica dai 14 ai 23 anni.

Ferrari Innovations

Quello che segue è un riassunto, curato da Felicino Vaniglia, della 56a edizione del Torneo delle Regioni di Calcio a undici.

Il nostro inviato speciale Felicino Vaniglia presente all'evento sino dalla cerimonia di inaugurazione di ven.7 aprile tenutasi al Pala di Levico Terme non appena tornato dalla sua ennesima avventura sportiva nella provincia di Trento che ben conosce ci ha documentato a dovere sullo svolgimento tecnico della 56a edizione del Torneo delle Regioni di calcio a undici, la manifestazione più importante che coinvolge tutti i calciatori e le calciatrici dell’Italia dilettantistica dai 14 ai 23 anni.

"Non si può che applaudire - esordisce il CT savonese - un'iniziativa attraverso la quale il calcio giovanile viene messo in vetrina. Sono arrivate in Valsugana e dintorni 73 rappresentative che hanno giocato 136 partite in 18 campi. Un lungo caravanserraglio di atleti (1460), dirigenti, allenatori di quasi 2000 persone che all'insegna dell'amicizia e del divertimento (pur non tralasciando la competitività) per un'intera settimana hanno colorato le vie e gli impianti della piccola provincia autonoma da sempre legata allo sport. Tanto per rinfrescare la memoria basterebbe ricordare che nel giugno 2013 a difendere i pali della porta dei Giovanissimi 99 della Campania c'era un certo Gianluigi Donnarumma, estremo difensore del Napoli Club di Castellamare di Stabia, che nella stagione seguente venne acquistato dal Milan e che ora è già stato convocato in maglia azzurra. "Gigio" non è che l'ultimo di una lunghissima serie di giovani calciatori che hanno sfruttato la visibilità regalata dal TDR per spiccare il volo verso il calcio che conta, quello professionistico (vedi Zola, Bertotto, Giannichedda, Cossu, Bazzani, Giunti, Torricelli, Palanca e tanti altri). Anche quest'anno la kermesse ha regalato sprazzi di bel gioco, splendidi gol ed emozioni a go go. A farla da padrona è risultata la Toscana che ha centrato uno storico tris conquistando i titoli nelle categorie Juniores, Giovanissimi e Femminile. Il Lazio con un acuto ai danni della Campania si è preso il titolo Allievi dopo aver perso ben 2 finali proprio con i toscani. Le finalissime Juniores e Femminile sono andate in scena nella bella e folta cornice di pubblico presente allo Stadio Briamasco di Trento. Caloroso anche il tifo a Borgo Valsugana dopo si sono giocate quelle Giovanissimi e Allievi. Nel festoso epilogo hanno premiato le otto squadre finaliste il Presidente della LND Cosimo Sibilia, il numero uno del CPA Trento Ettore Pellizzari, i Vice Presidente LND Area Nord e Centro Flavio Zanon e Fabio Bresci, il Consigliere Federale Karl Rungger, Il Segretario LND Massimo Ciaccolini, il Segretario DCF Patrizia Cottini. Presenti anche il Presidente del CR Toscana e del CPA Bolzano Paolo Mangini e Paul Georg Tappeneir. A visionare i giocatori durante l’evento i selezionatori delle Rappresentative Nazionali Serie D, LND U17 e U18 Augusto Gentilini, Fausto Silipo e Francesco Statuto.

Cosimo Sibilia premiatore di tutte le categorie ha così congedato i protagonisti : “Con orgoglio ho vissuto il mio primo Torneo delle Regioni nella veste di Presidente di un movimento dinamico e vivace (13000 società) come quello della LND. Abbiamo festeggiato il futuro del calcio dilettantistico nel migliore dei modi grazie ad una macchina organizzativa che ha funzionato a pieno regime. Merito del CPA Trento e di tutte le istituzioni e persone che hanno dato il loro contributo per la buona riuscita di un evento unico in Italia”. Un vero successo si sono rivelate innovazioni tecnologiche in primis con le dirette streaming sulla pagina Fabebook ufficiale della LND e sul sito ufficiale del torneo che hanno raggiunto per le finali e le semifinali più di 600.000 persone in media in ogni match. Un crescendo rossiniano se pensiamo che le gare dei gironi avevano raggiunto in media 150.000 utenti e quelle dei quarti 300.000".

Detto del quadro cornice passiamo ad analizzare più nel dettaglio il rendimento dei futuri talenti di casa nostra.

"Per la Liguria il bilancio complessivo può essere descritto come rispettoso degli obiettivi minimi di partenza. A fronte infatti di un sorteggio che ci ha consegnato un girone quantomeno "giocabile" hanno fatto seguito due qualificazioni su quattro, ottenute le quali, registriamo una buona affermazione per le combattive ragazze guidate da Ugo Maggi (che con l’approdo alle semifinali poi perso per 1 a 0 con il CPA Trento, bissano il risultato ottenuto nel 2015 in Lombardia edizione in cui furono sconfitte per 2 a 0 dal Veneto poi vincitore) ed un lusinghiero piazzamento dei qualitativi Giovanissimi 2002 fermati dal forte Lazio per 2 a 0 nei quarti dopo aver brillantemente superato la fase a gironi così come era successo nel 2016. Diverso il discorso per Juniores 98/99 ed Allievi 2000 dove come commentato dal coordinatore tecnico delle rappresentative Fulvio Navone rimane viva la convinzione che si potesse fare meglio, fatta la tara con qualche infortunio di troppo (e magari con qualche arbitraggio casalingo in meno aggiungiamo noi, vedi il rigore “fantasma” del momentaneo 3 a 3 decretato a favore del Cpa Trento Allievi).

Dovessimo affidarci alle pure statistiche per quanto concerne le 3 squadre maschili torniamo a Genova con un bottino di 8 punti su 10 gare con 19 reti subite e 14 fatte (Diff.Reti -5) contro gli 11 sempre su 10 gare con 13 reti subite e 13 fatte (Diff.Reti 0) della stagione 2016 nella quale i giovanissimi 2001 in vantaggio nei quarti per 1-0 sino a pochi minuti dalla fine contro la Campania e poi raggiunti in piena zona Cesarini videro sfumare ai rigori per 4-3 la speranza di raggiungere l'agognata semifinale. Ma questo come si sapeva è stato l’anno della rifondazione per quanto concerne la programmazione dell'attività e la composizione dello staff federale regionale (a proposito : tanti cari saluti e un sentito ringraziamento a Gino Andreani ed ai suoi preziosi collaboratori per quanto hanno fatto nel tempo per far ben figurare le rappresentative liguri) e pertanto non era lecito attendersi miracoli. Si riparte da adesso con immutato slancio e con la certezza che già nel 2018 possano vedersi i primi frutti del lavoro del nuovo gruppo messo in opera dal neo presidente Ivaldi. Si è fatto di tutto per partire con il piede giusto ed in parte ci si è riusciti, ora non resta che cercare di migliorarsi per il bene dei nostri colori, quei colori a cui ho dedicato, dedico e dedicherò tutte le mie energie".

RISULTATI FINALI - 14 aprile

JUNIORES - Lazio-Toscana 1-2
RETI: 40′ pt e 28′ st rig. Kthella (T), 17′ st rig. Fortuna (L)

ALLIEVI - Lazio-Campania 2-0
RETI: Menniti 42’pt, Russo 44’st

GIOVANISSIMI - Toscana-Lazio 2-1
RETI: 13′ pt rig. Aricò (T), 37′ st Svidercoschi (L), 40′ st Bonifazi (T)

FEMMINILE - CPA Bolzano-Toscana 0-1
RETI: 34′ st Menchetti

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci