Andrea Tomatis si è dimesso da Presidente dell’Albenga

Le voci circolavano da alcuni giorni, ma soltanto questa sera sono arrivate le dimissioni di Andrea Tomatis.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Le voci circolavano da alcuni giorni, ma soltanto questa sera, poco dopo le 20, sono arrivate le dimissioni di Andrea Tomatis da presidente dell’Albenga.

Il numero uno del sodalizio ingauno, per comunicare la notizia, non ha convocato una conferenza stampa, ma ha inviato un’email ai media (non tutti tra l’altro…) nei quali comunicava la sua decisione.

Una lettera nella quale Tomatis spiega i motivi che lo hanno spinto, al termine di un campionato dove i bianconeri hanno centrato con largo anticipo l’obiettivo salvezza in Eccellenza, a lasciare ad altri (se altri ci saranno) il compito di proseguire l’avventura del glorioso sodalizio.

Una lettera piena di ringraziamenti verso i suoi collaboratori, ai tifosi ed ai giocatori e soltanto qualche riga dove Tomatis fa capire, in maniera che non lascia adito a dubbi, i motivi che lo hanno spinto alla scelta: quello di alcuni politici che lo hanno segue contrastato (ma che non vengono menzionati).

Nella lettera si ricorda inoltre che le dimissioni arrivano dopo che l’amministrazione comunale ha deciso di eseguire lavori allo stadio Riva e costruire alcuni campetti in sintetico adicenti allo stadio.

Cosa succederà adesso? Difficile scorgere qualche cordata: i tempi di crisi invogliano poco ad investimenti.

Possibile, ma sono soltanto ipotesi, che nelle prossime ore l’amministrazione comunale convochi Tomatis per capire se esiste ancora un margine perché la sua avventura continui. Ma per il momento è difficile capire cosa potrà accadere nelle prossime settimane.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci