ANDREA MINCHELLA E DANY MORO VINCONO IL RALLY COLLI DEL GRIGNOLINO

Giordano battuto dopo una lotta al cardiopalma, sul podio Vallino-Vitali

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Il 5° Rally Colli del Grignolino – Monferrato è andato ai laziali Andrea Minchella e Dany Moro, portacolori Biella Corse, che a bordo di una Mitsubishi Lancer N4 hanno battuto per soli 9 decimi i piemontesi Matteo Giordano e Luca Santi, su Renault Clio R3C della WRT. Il finale di gara è stato appassionante ed il risultato della penultima prova speciale è stato determinante: è lì che Minchella ha guadagnato quei decimi preziosi che gli hanno permesso di trionfare sul palco di Canelli. Il frusinate si presenta così ai futuri avversari della Coppa Italia Zona 1, che affronterà a bordo di una Ford Fiesta WRC.


Terza posizione assoluta per Claudio Vallino e Maurizio Vitali, per la prima volta insieme su una Renault Clio R3C della G.M.A. Competition; il ligure trapiantato in Piemonte ed il lombardo sono stati autori di una gara costante e la loro posizione sul podio non è mai stata in discussione. Un ottimo ritorno, dopo una lunga assenza, per l’ex specialista dei trofei monomarca. Quarta posizione per Simone Vacchetto e Daniele Cobrani, su Renault Clio R3C della Eurospeed, mentre in quinta posizione hanno terminato “Iceman” e Debora Malvermi, su Mitsubishi Lancer N4 della Media Rally e Promotion.


Non hanno purtroppo raggiunto il traguardo molti dei favoriti della vigilia, su tutti Emanuele Franco, vincitore della prima prova speciale e ritiratosi sulla seconda per un’uscita di strada. Giornata nera anche per Iemmola, fermo dopo lo shakedown per un problema al motore e per Sottile, costretto al ritiro da una noia meccanica. La gara è partita sotto un cielo grigio, che ha poi lasciato spazio ad una giornata soleggiata e tipicamente primaverile. Numeroso il pubblico sulle prove speciali ed all’arrivo, con gli equipaggi letteralmente abbracciati dal bagno di folla di Canelli.


Ancora una volta la sinergia tra VM Motor Team, amministrazione locale e Pro Loco di Canelli ha dato vita ad una grande manifestazione, voluta dalla cittadina e promossa da tutta la popolazione. Un esempio da seguire e da imitare; i rally possono e devono essere a stretto contatto con la popolazione.

PS 5 “Canelli” – Km 5,1: Minchella attacca l’avversario sulla prova a lui meno congeniale e Giordano accusa il colpo. Il laziale è davanti per 2”7, portandosi in testa all’assoluta con 2” di vantaggio. Vallino firma sempre il terzo tempo a 8”, mentre Niceli è quarto a 9”5. Quinta posizione per Godino a 10”5, seguito da Vaccheto, sesto a 10”6 e da “Iceman”, settimo a 11”5. Ottava piazza per Minerdo a 11”7, davanti a Bianciotto (+12”2) e Levratto (+14”6).

PS 6 “Loazzolo” – Km 7: Giordano risponde, ma Minchella è staccato di soli 1”1 e l’esiguo vantaggio non basta al piemontese per scavalcare il laziale. Minchella porta così a casa la vittoria assoluta. In prova Vallino è nuovamente terzo a 8”4, mentre il quarto posto è di Vacchetto, a 9”1. “Iceman” termina quinto a 12”. Si ritira Nicelli a causa di un’uscita di strada, mentre occupava la la quinta posizione assoluta con la Clio R3T.

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci