Finalmente un sorriso per l’atletica italiana con Alessia Trost terza ai Mondiali Indoor

L'azzurra salta 2,03 poi sbaglia tre volte il 2,06

  • Guglielmo Olivero
  • meno di un minuto (160 parole)
  • Sport
  • atletica
Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Come una liberazione per i tanti appassionati di atletica leggera. Pochi minuti fa, nella prima giornata dei campionati mondiali indoor ospitati da Birmingham, Alessia Trost ha colto la medaglia di bronzo nel salto in alto con la misura di 1,93. Va detto che la gara è apparsa alquanto modesta dal punto di vista tecnico complice forse una pista poco reattiva e lentissima per la rincorsa. Per la cronaca la vittoria è andata alla russa Lasitskene con la misura di metri 2,01. Ma, pur con la constatazione che la gara non è stata di altissimo livello, il terzo posto di Alessia, promessa di questa specialità ed allenata da Marco Tamberi (il padre di Gimbo, ancora alle prese con un infortunio) è comunque un motivo di soddisfazione per l’atletica azzurra da troppo tempo alla ricerca di talenti. I campionati del mondo si concluderanno domenica e non è escluso che possa arrivare ancora qualche soddisfazione, tenendo conto anche dell’esigua spedizione degli atleti azzurri

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci