Albenga Luglio ingauno , presentazione dello stendardo San Verano

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Il Palio storico di Albenga si presenta con alcune novità. Innanzitutto la costituzione di una Associazione, poi alcune modifiche nei giochi, una storia che si susseguirà nel corso delle tre serate del Palio e terminerà in maniera coinvolgente e spettacolare, il coinvolgimento di numerose associazioni albenganesi che hanno fornito il loro supporto.

LA STORIA:

"Nella splendida cornice medievale del Centro Storico di Albenga, per aumentare l’empatia con il numeroso pubblico che solitamente partecipa alle giornate del Palio dei Rioni, l’agonismo e il coinvolgimento nello svolgimento dei giochi saranno impreziositi da un ulteriore capitolo della Storia del XIII secolo.

Rievocare significa parlare della Passato, non solo mettendo in bella mostra usi e costumi del periodo, ma raccontando anche delle storie. E proprio attraverso il racconto di una storia, che si susseguirà nel corso delle tre serate del Palio, i rievocatori de La Duecentesca affronteranno un tema che ha pervaso per secoli l’arco della Storia ed ha avuto il suo inizio proprio alle radici del 1200. Nell'anno del Signore 1227, Albenga si troverà ad affrontare la commistione tra sacro e profano, la tradizione della festa e la celebrazione di alcuni rituali di antico sapore pagano da una parte e l'affermarsi del potere temporale della Chiesa attraverso l’imposizione della propria visione fideistica anche nella vita comune dell’uomo e della donna del Medioevo, siano essi cittadini di ogni rango o semplice gente del contado.

Ciò che non è consono alla Chiesa Romana sarà bollato come eresia, ed inizieranno tempi difficili per chi non si conformerà completamente alla dottrina riconosciuta come unica e Santa. Senza indulgere in facili fantasie, narrando, come sempre, storie riconducibili a fatti, il grande tema delle Eresie e di tutto ciò che ne può derivare, farà quindi da cornice storica alla ormai consolidata ricorrenza dello splendido Palio Storico di Albenga, nel mese di Luglio 2017".

GIOCHI : quest’anno saranno 4 ovvero: Fionda nel 10° anniversario del Premio questo simpatico gioco che si svolgerà sotto l‘egida dei Fieui di Caruggi diventerà più complesso e soprattutto molto più coinvolgente. Troviamo poi sia l’Arco che il Tiro alla Fune, gioco tipicamente maschio che scatena il tipo più acceso sia tra le squadre che tra i spettatori. Una novità è rappresentata dal quarto gioco che viene rivisitato e diventa la famiglia medioevale va in guerra . La squadra sarà sempre composta da tre persone un ragazzino, una donna ed un uomo che non dovrà pesare più di 80 kg, e sarà vestito con un armatura ad anello e la donna e il bambino gli avranno consegnato il camaglio - la spada di legno e uno scudo , dovrà recuperare un sacco di iuta che pesa 10 kg. La sua missione non verra’ considerata ultimata fino a quando non avrà tutti gli oggetti. Insomma ne vedremo delle belle e ci sarà anche la possibilità di divertirsi.

GRUPPI : gli oltre 100 figuranti che parteciperanno e si alterneranno durante le quattro serate sono:

La Duecentesca

Compagnia di Chiaravalle
Compagnia d' Arme Unicorno d'Argento
Gilda del tempo
Sagitta Imperiali
Ars Lecco

Axvxa
Flos Et Leo
I Sonagli di Tagatam
Ianna Tampè
Milfo lo Buffon Giullare
Arkana Pipe Band
Schola Tamburi Storici di Conegliano
Majestic Falconry
Ravensane
Monaldo Istrio lo Giullaro
Associazione Brianza Medievale
Sbandieratori e Musici San Damiano d'Asti
Pier Paolo Pederzini
I Dolciniani

I Luporum Fil

Associazione Palio Storico

Associazione è un centro di vita associativa a carattere volontario e democratico, la cui attività è espressione di partecipazione solidarietà e pluralismo. E indipendente, apolitica e aconfessionale ed opera senza fine di lucro. Si avvale pertanto prevalentemente delle prestazioni volontarie personali e gratuite dei propri aderenti.

Le finalità che “in primis” si propone è l’organizzazione del Palio Storico di Albenga e la collaborazione con le altre Associazioni presenti sul territorio per la valorizzazione del centro storico cittadino.

Soci fondatori sono i rappresentanti dei 4 quartieri ovvero Nicoletta Bellando (San Giovanni) - Luciano Masini (San Siro) – Patrizia Rupil (Santa Maria) . Alessandro Aschero (Sant’Eulalia) oltre a Piera Olivieri – Nicola Colonna – Giorgio Bruni . Al loro interno sono stati nominati alla carica di Presidente Piera Olivieri – vice presidente Giorgio Bruni - segretario/tesoriere Nicola Colonna. Fanno parte di diritto del consiglio direttivo i capi quartiere e ad oggi a seguito delle nuove elezioni il quartiere di Sant’Eulalia è rappresentato da Cristina Pavanelli.

L’auspicio è che siano molti gli albenganesi che vogliano aderire alla Associazione partecipando alla stessa in modo da portare il loro fattivo contributo con idee nuove in modo da andare incidere significativamente su scelte, programmi e rappresentanti.

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci