Tempesta magnetica manda (e manderà) in tilt le comunicazioni radio e GPS

E stanotte si replica.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Non bastava l’uragano Irma con la sua forza devastante e distruttrice; non era sufficiente il terremoto di magnitudo 8.1 che ha sconvolto nella notte il Messico: la natura, quasi come avvertire l’uomo della sua debolezza, regala in queste ore la più potente tempesta magnetica dovuta ad una potente eruzione solare. Non è, va chiarito, un evento imprevisto perché, con una ciclicità di undici anni, il sole, nel massimo della sua potenza magnetica, scarica sulla terra milioni di particelle che vanno ad intralciare i mezzi di comunicazione ideati dall’uomo.

Nella notte sono andati in tilt comunicazioni radio soprattutto in Australia e nel Polo, e disturbi ai GPS che si notano in diverse regioni del mondo, per ora con effetti limitati.

Ma la tempesta magnetica di questa notte, classificata al livello 4 di un numero di 5, non è isolata in quanto, proprio nelle prossime ore, ne è prevista un’altra ritenuta ancora più potente.

Se avete letto questo pezzo potete così consolarvi e sapere a cosa sarà dovuto il fatto che domani il vostro Gps potrà mandarvi in una direzione sbagliata o se alla radio non ascolterete le partite di calcio del massimo campionato.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci