Aiuto, si è bruciato l’hard disk!

  • Redazione
  • 4 min e 10 sec (625 parole)
  • Internet
Pista Kart Indoor Albenga

Visto il ruolo sempre più importante che le memorie digitali stanno conquistando nella nostra vita, diventando vere e proprie appendici fisiche e supporti dei nostri ricordi, inconvenienti come la rottura di un hard disk possono rivelarsi davvero pericolosi. Ecco allora come fare per non perdere la testa (e la memoria).

Con la supremazia della Rete e della tecnologia onnipresente, anche gli spazi fisici di memoria sono diventati sempre più importanti: certo, oggi ci sono servizi di cloud e di archiviazione virtuale, ma in generale è difficile rinunciare anche solo all’idea di “stipare” digitalmente ma concretamente i propri dati su un supporto vero. Ecco perché il guasto di un hard disk rappresenta un fattore di grande crisi, che ci mette di fronte alla possibilità di perdere qualcosa cui tenevamo particolarmente.

Una vita in file. In genere, i problemi più frequenti riguardano le cancellazioni involontarie o successive a inconvenienti dal punto di vista del software: in casi come questo, è possibile anche trovare una strada "fai da te", testando o acquistando un programma che consente il recupero dei dati. Soprattutto se il materiale contenuto nell’archivio è di poco valore (affettivo o economico), e pertanto non “vale” un impegno e una spesa particolari. Differente invece il caso di documenti utili o irripetibili, dall’ultima versione salvata della tesi di laurea alle foto senza copia del nostro matrimonio, dai video con i primi passi del bambino a tutti i file collegati al lavoro: situazioni in cui, cioè, non si può tentare affidandosi alla sorte né risolvere tutto semplicemente via software.

Chiedere aiuto. Sul mercato, infatti, operano varie società che si sono specializzate nei servizi per salvare i dati contenuti su supporti guasti o non funzionanti, con tecniche e tool che consentono di declinare le differenti tipologie di intervento. Tra queste, spicca Recovery File, azienda di base a Roma che però è in grado di lavorare in tutta Italia, che offre procedure comprovate e affidabili per riottenere materiale che temevano fosse andato definitivamente perso anche in casi gravi, come quelli di hard disk bruciato.

Attenti al fuoco. Non è infatti infrequente che la memoria rigida possa in qualche modo danneggiarsi a causa del cosiddetto “firing”, ovvero per ogni tipo di guasto connesso al fuoco e a un incendio, con possibili fattori scatenanti: un hard disk, infatti, può andare bruciato per un surriscaldamento del supporto, perché è lasciato continuamente in funzione, perché subisce sbalzi alla corrente elettrica, per un corto circuito sul server o anche per cause naturali. Qualunque sia l’origine, comunque, non cambiano gli effetti negativi che le fiamme possono avere sui supporti magnetici e sul materiale che li compone.

Intervento professionale. In genere, un hard disk che non funziona bene inizia a dare dei segnali, che (se ben interpretati) consentono di avere il tempo necessario per effettuare copie di backup del materiale più utile, oltre che di ipotizzare una visita da un tecnico. Tuttavia, se abbiamo sottovalutato i vari rumorini e gli errori segnalati dal pc, oppure se il deterioramento è improvviso, corriamo il rischio di non poter più accedere alle nostre cartelle e di perdere quindi tutto il nostro archivio. In situazioni come questa, quindi, l’intervento degli specialisti diventa fondamentale per tentare procedure di recupero che, in base anche alle capacità dell’azienda cui abbiamo deciso di affidarsi, possono dar luogo a esiti differenti. Recovery File, ad esempio, ha sviluppato procedure specifiche a seconda dei casi, iniziando dall’analisi delle cause del firing e poi intervenendo con attrezzature e strumenti professionali che consentono di estrarre i dati o attraverso il ricorso alla cosiddetta camera bianca. I risultati, comunque, sono sempre ottimali e raggiungono una percentuale di successo nel recupero file che raggiunge anche il 98% dei casi, ripristinando così tutte le informazioni contenute nel disco prima che venisse danneggiato dal fuoco.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi