Eclissi parziale di Luna, lo spettacolo del nostro satellite naturale

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Promessa mantenuta. Tutti (gli appassionati almeno) con gli occhi puntati al cielo per ammirare la Luna che, a partire dalle ore 22 del 16 luglio, ha iniziato a nascondersi nel cono d'ombra della Terra. Non un'eclissi totale, in quanto la parte in ombra della Luna era compresa tra il 55% e il 70%, ma sufficiente per far apparire il nostro satellite naturale di un colore rossastro.

Molti, complice anche il cielo limpido di ieri sera, hanno potuto seguire l'evento a occhio nudo. Tanti sicuramente, hanno sfoderato i loro telescopi e macchine fotografiche per immortalare l'affascinante fenomeno astronomico: la Luna piena è sorta nel cono di penombra della Terra, quindi con la sua luce appena smorzata, successivamente ha iniziato ad entrare nel cono d'ombra alle ore 22 circa, raggiungendo il massimo dell'eclissi alle ore 23:30, per poi gradualmente uscirne verso l'una del mattino del 17 luglio, e definitivamente terminare intorno alle ore 2:20.

Il prossimo appuntamento con l'eclissi è atteso per il 31 dicembre del 2028, e questa volta sarà un'eclissi totale.

La foto di copertina è di Marina Costa (Osservatorio Astronomico del Righi).

Di seguito, per i più appassionati, riportati i dati di scatto:

Macchina fotografica: Sony Alpha7
Telescopio: William Optics 98 FLT
Montatura: Avalon Linear
Tempo di posa: 1/4 s
ISO 800

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci