Condividi l'articolo

 

Genova. In questi giorni sta facendo molto parlare di sé C/2020 F3 (NEOWISE), una cometa scoperta il 27 marzo 2020 dal telescopio spaziale NEOWISE che ha raggiunto il perielio il 3 luglio e raggiungerà il suo punto più vicino alla Terra il 23 luglio, che in questo periodo regala meravigliosi spettacoli ad innumerevoli appassionati spettatori in tutto il mondo. Quando però ad essi si aggiunge anche il transito della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), allora lo spettacolo è impagabile.

Grazie a Marina Costa, Walter Riva, Andrea Balestrero e Simona Raviola dell’Osservatorio Astronomico del Righi, è possibile osservare il transito della cometa assieme al passaggio della ISS avvenuto ieri mattina all’alba.

In questa immagine, ripresa da Marina Costa e Walter Riva dal terrazzo dell’Osservatorio Astronomico del Righi con camera Sony 7 Alpha, obiettivo Tamron 18-270 mm, si può vedere la ISS (in alto) e la cometa NeoWise (in basso verso l’orizzonte ottico).

Ecco la cometa e la Stazione Spaziale in quest’altra immagine, a campo più largo, ripresa da Andrea Balestrero e Simona Raviola dal Santuario della N.S. della Guardia con camera Canon EOS 650D e obiettivo Canon 18-55 mm.

Stazione Spaziale Internazionale e cometa Neowise

Praticamente contemporaneo l’orario dello scatto: 4h 12m.

Crediti immagini: Andrea Balestrero e Simona Raviola – Osservatorio Astronomico del Righi, Marina Costa e Walter Riva – Osservatorio Astronomico del Righi

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici