All'Oryza di Torino una cena medievale da veri pellegrini

Domenica 18 marzo con Renato Collodoro.

Ferrari Innovations

Alassio. Dopo la Mezzaluna di Alassio, l'Oryza a Torino. «Raccontando del mio libro sul cammino che ho fatto percorrendo la Via Francigena, invito tutti ad una cena con un menù elaborato rivalutando antiche ricette medievali, quelle che i pellegrini dell’epoca consumavano nelle locande, nei conventi e nelle case dove facevano sosta tra una tappa e l’altra», spiega Renato Collodoro, ristoratore e scrittore.

La serata di domenica 18 marzo (inizio ore 19,30) sarà accompagnata dalla musica dei Gente de mà, che per l’occasione hanno preparato un programma che evoca cammini e viaggiatori sognanti, attingendo al repertorio di Branduardi, De Andrè, Nomadi e, visto che siamo in tema non mancheranno le sonorità di antiche ballate celtiche.

Il menù della serata

Panissa ai cipollotti
Macco di fave e crostini
Tortino di topinambur con fonduta
Crostone con cacio, pere, miele e noci
Zuppa di legumi e cereali in crosta di pane di segale
Dolce Biancomangiare
Barbera di Aleramo

Il costo di partecipazione è di 30 euro, il cui intero ricavato contribuirà alla realizzazione di una scuola in un villaggio sperduto dell’altopiano etiope.

Per prenotazioni telefonare allo 011-5130574.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci